Vai alla sezione - Menu per muoversi dentro i contenuti della pagina corrente

  1. Sezione Chiedi - Hanno Chiesto (Per fare domande al consultorio o consultare domande in archivio)
  2. Menu principale
  3. Menu di navigazione a briciole di pane (identifica in quale punto del sito stai navigando)
  4. Menu secondario
  5. Contenuti principali della pagina
  6. Piè di pagina

Chiedi-hanno Chiesto sezione per inviare domande al consultorio

Menu di Navigazione Principle

Sezione contente l'illustrazione grafica del tema trattato

Consultorio Giovani

"Sei in:" menu di Navigazione a briciole di pane

Torna al menu di navigazione pagina

Contenuti principali

Hanno chiesto: Rapporto sessuale

Visualizza tutti / Nascondi tutti

Domanda

Cartella domande

Salve, sono una ragazza di 16 anni. Il mese scorso ho avuto il primo rapporto con il mio ragazzo ed un giorno dopo il secondo. Tutti e due protetti. 6 giorni fa mi sarebbero dovute venire le mestruazioni... ma ancora nessuna traccia. Sono un po' preoccupata perchè sono sempre abbastanza regolari. Il mio ragazzo ed io siamo sicuri che i preservativi non fossero rotti... A cosa può essere dovuto questo ritardo? Può aver influito il fatto che appena una settimana prima del rapporto sono stata molto male per tre giorni? Mi è già successo che dopo una malattia arrivassero in ritardo... Ma mai più di 3/4 giorni... Cosa mi consigliate? Posso stare tranquilla? Grazie in anticipo.

Risposta

Se avete usato il preservativo correttamente (indossato prima della penetrazione, srotolato sino alla base del pene e rimosso subito dopo l'eiaculazione) non dovrebbero esserci rischi di una gravidanza.
Per quanto riguarda il ciclo mestruale, specie alla tua età, non è insolito avere dei ritardi legati anche a disturbi passeggeri o a volte a situazioni stressanti.
Se dovesse ancora tardare l'inizio della mestruazione ti consiglierei di fare un test di gravidanza, che potrai reperire facilmente in farmacia oppure rivolgendoti al consultorio familiare, dove lo potrai eseguire gratuitamente e in riservatezza.
Un saluto
Marinella - Assistente Sanitaria A.S.L.CN1

Domanda

Cartella domande

Quando iniziano i rapporti sessuali completi è necessario andare periodicamente a fare visite dal ginecologo?

Risposta

Quando si iniziano ad avere rapporti sessuali è opportuno rivolgersi ad un medico ginecologo, sia per un controllo del proprio stato di salute ginecologica, sia per valutare l'eventuale utilizzo di un metodo contraccettivo adatto alle esigenze ed abitudini personali e di coppia.
Daniele - Consultorio Familiare A.S.L.CN1 

Domanda

Cartella domande

Sono una ragazza di 15 anni e mezzo e sono fidanzata con una ragazzo di 21. Lui potrebbe essere denunciato o punito penalmente qualora andassimo a letto insieme o rimanessi incinta?

Risposta

La tua domanda chiama in causa il concetto di "età del consenso", in questo caso l'età in cui una persona è considerata capace di dare il proprio consenso ad un rapporto sessuale.
In Italia questa età è fissata a 14 anni, a meno che la persona maggiorenne non abbia una qualche forma di autorità su quella minorenne (ad esempio un suo insegnante, educatore, medico, ecc...), nel qual caso il limite si alza a 16 anni.
Se quindi il tuo ragazzo non occupa un ruolo di "autorità" nei tuoi confronti, come quelli citati, non ci saranno conseguenze penali ad un vostro rapporto sessuale desiderato da entrambi.

Daniele -  Consultorio Familiare A.S.L.CN1

Domanda

Cartella domande

Salve. quando ero piccolo ho subito un intervento e sono stato circonciso e vorrei sapere cosa comporta la rottura del frenulo in seguito al rapporto sessuale. e quali vantaggi/svantaggi ci sono nell'essere circonciso? grazie mille in anticipo

Risposta

Buongiorno, se tu sei stato circonciso, è altamente probabile che il tuo frenulo sia già stato inciso e quindi non si possa più rompere.
La rottura del frenulo durante i primi rapporti sessuali non è comunque la norma.  Esiste infatti una grande variabilità del frenulo da persona a persona, in spessore, robustezza, lunghezza.  E' più probabile che si laceri parzialmente o totalmente un frenulo particolarmente sottile e corto.
Il fatto di essere circonciso non comporta particolari vantaggi o svantaggi. In altre parole è possibile avere una vita sessuale del tutto normale.

Daniele - Consultorio Familiare A.S.L.CN1 

Domanda

Cartella domande

Cosa possiamo fare io e la mia ragazza prima di arrivare al sesso? Vogliamo vivere il rapporto senza fretta ma godendo il piacere comunque della presenza dell'altro, quindi cosa si può fare oltre baci e carezze?

Risposta

Buongiorno,

non esistono tappe predefinite a cui debbano condurre i vostri baci e le vostre carezze.

Certo, queste potranno diventare sempre più coinvolgenti ed intime, accompagnandovi in una direzione che il desiderio reciproco saprà ispirare.

L'incontro di due persone è un percorso creativo che può rinnovarsi a piacimento.  Potete giocare attraverso i vostri corpi, anche attraverso le loro parti più intime; questo sempre nell'attento rispetto dell'altra persona, cioè di chi può guidare i nostri baci e le nostre carezze.

Daniele - psicologo psicoterapeuta

Consultorio Familiare A.S.L.CN1 

 

 

Domanda

Cartella domande

Io ed il mio ragazzo eravamo in una situazione intima.. E lui è venuto.. ma non dentro. Adesso ho il ciclo in ritardo di 3 giorni.. Sono un pochino preoccupata! Anche se non credo sia possibile...

Risposta

La possibilità di incorrere in una gravidanza con un rapporto sessuale senza penetrazione esiste se l'eiaculazione avviene sui genitali esterni della donna.
E' anche prudente evitare che i genitali della donna vengano a contatto con le mani o l'addome del partner eventualmente bagnati di sperma.
Qualora le mestruazioni non dovessero comparire, possiamo suggerirvi di fare un test di gravidanza al fine di escludere che il ritardo mestruale sia dovuto ad una pur improbabile gravidanza inattesa.

Daniele - Consultorio Familiare A.S.L.CN1

Domanda

Cartella domande

Ciao, sono una ragazza di 18 anni. Volevo sapere come si ha l'orgasmo.

Risposta

Da un punto di vista fisiologico, l'orgasmo è una risposta del corpo al desiderio e all'eccitazione sessuale. Si manifesta con una serie di contrazioni ritmiche dei muscoli genitali, registrata come molto piacevole dal nostro cervello. L'esperienza soggettiva dell'orgasmo, però, coinvolge mente e corpo, è un'esperienza non puramente fisica, un insieme complesso di sensazioni in grado di coinvolgere una donna soprattutto dal punto di vista psicologico.

I modi di provare piacere sono diversi da persona a persona e sono legati non solo alla stimolazione di certe parti del corpo (vagina, clitoride...), ma anche alla nostra storia personale, alle nostre esperienze e alla nostra educazione. In altre parole, non ci sono ricette universali sul come raggiungere l'orgasmo, vi è piuttosto la necessità di entrare in un rapporto di confidenza e conoscenza con noi stessi e con il nostro partner, al fine di imparare cosa più ci piace.

Paola - infermiera

Consultorio Familiare di Saluzzo

Domanda

Cartella domande

Ma ho una domanda, che probabilmente è stupida... ma quando si ha un rapporto sessuale, quella parte che alcuni giovani definiscono "cappella" deve vedersi? la pelle del pene deve essere tirata giù? scusate per la domanda stupida... grazie...

Risposta

Ciao,

la tua domanda non è affatto stupida. In effetti durante i rapporti sessuali la pelle del prepuzio, che ricopre il glande ("la cappella"), deve scorrere liberamente e quindi scoprire il glande stesso. Se ciò non avviene, può esserci un restringimento che può causare dolore nei primi rapporti sessuali e andrebbe sottoposto all'attenzione del medico.
Saluti

Massimiliano - medico ginecologo
Consultorio Familiare di Saluzzo 

Domanda

Cartella domande

Ciao ho 16 anni... sono fidanzato da circa 1 anno... vorrei sapere come fare per far eccitare di più la mia ragazza? scusate questa domanda ma vorrei saperne di più Grazie

Risposta

Fortunatamente non esiste una sola e definitiva risposta alla tua domanda.  Fare l'amore e provare piacere insieme hanno più a che vedere con un percorso di scoperta fra due persone, piuttosto che con l'aderire ad un copione prestabilito.  Come altre esperienze, anche la sessualità è tanto più piacevole quanto più riusciamo a viverla con ogni parte di noi stessi... corpo, gesti, emozioni e pensieri. E' quindi importante non ridurre il piacere sessuale a quello che si prova attraverso gli organi genitali, o nello specifico alla penetrazione, che spesso e soprattutto per una donna non rappresenta il modo più semplice per provare piacere. Per molte donne è molto più facile provare un intenso piacere attraverso la stimolazione del clitoride, ma anche questa sarebbe poca cosa al di fuori dell'impegno di due persone ad ascoltarsi, conoscersi e diventare complici anche nell'intimità.

Daniele - psicologo psicoterapeuta
Consultorio Familiare A.S.L.CN1

Domanda

Cartella domande

ciao sono una ragazza di 17 anni

ho provato ad avere rapporti anali ma mi ha fatto davvero male... è normale? e subito dopo ho avuto diarrea... come mai? capita a tutti?

Risposta

Il rapporto anale, così come quello vaginale, ha bisogno di essere accompagnato da convinzione, desiderio e condivisione con il partner, al fine di renderlo fattibile e piacevole.  Se ci sono questi presupposti, potrebbe esservi utile l'utilizzo di gel o oli lubrificanti, reperibili in farmacia e para-farmacia.

Lo stimolo alla defecazione può essere assolutamente normale dopo un rapporto anale, in quanto viene stimolata la peristalsi (movimento) intestinale.

Vorrei infine portare la tua attenzione sul fatto che l'intestino non è dotato dei meccanismi di difesa della vagina rispetto alle infezioni, per cui, ancora di più, va usato il preservativo.

30.11.2010

Maura - ostetrica

Consultorio Familiare di Saluzzo

Domanda

Cartella domande

Volevo sapere quali sono le posizioni nel fare l’amore che fanno provare maggiore piacere. magari a tutti e due. ciau

Risposta

Non esiste una posizione migliore di un’altra, anzi spesso la continua sperimentazione di variante può diventare anche una forzatura nel rapporto di coppia, facendo spesso dimenticare il piacere delle cose semplici. Una posizione che può essere stimolante per uno può non esserlo per l’altro. Quello che serve per fare l’amore è semplicemente il tempo, il tempo per scoprirsi, esplorare, conoscersi, diventare intimi, condividere emozioni, lasciarsi andare all’esplorazione del proprio e dell’altrui corpo.  Solo la complicità e la sintonia di una coppia può far sì che la sperimentazione di modi diversi di vivere la sessualità diventi un gioco piacevole tutto da scoprire.

03.06.2010
Fulvia – psicologa psicoterapeuta
Consultorio Familiare di Saluzzo

Domanda

Cartella domande

Allora… è un po’ difficile. Ho 17 anni. Ho rapporti con la mia ragazza da un po’ di tempo ma le mie prestazioni non sono proprio il massimo. Vengo dopo qualche minuto. Cosa posso fare per migliorare?

Risposta

Fortunatamente un rapporto sessuale non ha tempi e modi prestabiliti. Credo che dovrebbe assomigliare molto più ad una “ricerca di piacere insieme” piuttosto che alle prestazioni dell’uno nei confronti dell’altro. Fare l’amore non significa seguire un copione prestabilito fino all’orgasmo e spesso la penetrazione non rappresenta, soprattutto per una donna, il momento più piacevole del rapporto. Ciò che puoi migliorare non è tanto la tua “durata”, quanto la complicità con la tua ragazza nell’imparare, nel tempo, a scambiarvi affetto e piacere fisico in maniera sempre più appagante.

07.06.2010
Daniele – psicologo psicoterapeuta
Consultorio Familiare di Saluzzo

Domanda

Cartella domande

Ciao. La mia ragazza vuole che ci facciamo le coccole prima di avere un rapporto…. Io preferirei fargliele dopo… non capisco a che cosa servono e perché lei insiste così tanto?

Risposta

Le coccole prima di fare l’amore servono ad aumentare l’intimità, a creare quell’atmosfera giusta che permette di vivere le emozioni al cento per cento. Servono anche a preparare il corpo al rapporto: fanno sì che il desiderio aumenti e che l’eccitazione arrivi al suo massimo, facendo così crescere la voglia di fare l’amore. Nei ragazzi questo percorso è molto più rapido e veloce, mentre nella ragazza richiede un po’ più di tempo. Ecco che allora potete vedere le coccole come un momento che serve a farvi vivere emozioni ancora più belle e intense e che fanno parte del vostro stare insieme.

25.05.2010
Petra – psicologa psicoterapeuta
Consultorio Giovani di Saluzzo

Domanda

Cartella domande

Ciao, sono L.. Volevo sapere se è possibile perdere la verginità anche solo con le “coccole”. Grazie della risposta.

Risposta

Le coccole, se sono delicate, non fanno perdere la verginità.
Il concetto di verginità è correlato alla membrana sottile, chiamata imene, che contorna l’ingresso della vagina. Ci si aspetta che al primo rapporto sessuale completo tale membrana sanguini un po’ e ciò è considerato il “segno” della verginità. In realtà ciò non avviene sempre. L’imene può essere più o meno elastico, sanguinare o meno.  Se le coccole sono gentili è improbabile che possano intaccarlo.

04.05.2010
Paola – infermiera professionale
Consultorio Familiare di Saluzzo

Torna al menu di navigazione pagina

Menu di navigazione secondaro

Torna al menu di navigazione pagina

Piè di pagina