Vai alla sezione - Menu per muoversi dentro i contenuti della pagina corrente

  1. Sezione Chiedi - Hanno Chiesto (Per fare domande al consultorio o consultare domande in archivio)
  2. Menu principale
  3. Menu di navigazione a briciole di pane (identifica in quale punto del sito stai navigando)
  4. Menu secondario
  5. Contenuti principali della pagina
  6. Piè di pagina

Chiedi-hanno Chiesto sezione per inviare domande al consultorio

Menu di Navigazione Principle

Sezione contente l'illustrazione grafica del tema trattato

Consultorio Giovani

"Sei in:" menu di Navigazione a briciole di pane

Torna al menu di navigazione pagina

Contenuti principali

Hanno chiesto: Interruzione volontaria di gravidanza

Visualizza tutti / Nascondi tutti

Domanda

Cartella domande

Buongiorno. Una ragazza minorenne che conosco è rimasta incinta. Volevo sapere se i genitori la possono obbligare ad abortire... perché loro sono assolutamente contrari al proseguimento della gravidanza. Invece lei è incerta ma più propensa a tenere il bambino. Grazie mille

Risposta

Buongiorno.
La risposta è NO, nessuno può obbligare una donna ad interrompere una gravidanza contro la sua volontà, nemmeno i genitori di una ragazza minorenne.

E' molto importante che la tua amica si rivolga presso un consultorio familiare, dove le verrà offerta l'occasione di confrontarsi sui suoi desideri e le sue paure,
e dove potrà trovare anche mediazione e sostegno nel confronto con i suoi genitori.

Daniele - Consultorio Familiare ASLCN1 (Piemonte)

Domanda

Cartella domande

ciao, volevo chiedere ma se qualcuno si presenta in consultorio da voi, voi potete prescrivere la pillola abortiva senza farlo sapere hai genitori? rispondere subito è urgente...

Risposta

Non è possibile prescrivere o assumere la pillola abortiva RU486 all'interno dei consultori.  E' comunque possibile rivolgersi al consultorio familiare per avviare le procedure previste dalla Legge 194/78, che anche l'interruzione farmacologica di gravidanza deve rispettare. La stessa legge prevede che vengano avvertiti i genitori o chi esercita la potestà o tutela. Nel caso in cui ci siano seri motivi per non avvertirli, la decisione viene assunta da un Giudice Tutelare, che si avvale anche di una relazione inviata dal consultorio.

Se però intendi la cosiddetta "pillola del giorno dopo", cioè la contraccezione di emergenza, è importante precisare che questa serve a prevenire e non interrompere una gravidanza indesiderata (trovi informazioni sul sito, proprio alla voce "contraccezione d'emergenza" - sezione links).  Se opportuna e in tempi utili, la contraccezione d'emergenza segue gli stessi criteri previsti dalla legge per gli altri contraccettivi e quindi può essere prescritta senza la necessità di avvertire genitori o tutori.

Paola - infermiera

Consultorio Familiare di Saluzzo 

Domanda

Cartella domande

Volevo sapere se secondo voi l'aborto è giusto. È doloroso?

Risposta

È molto difficile rispondere alla tua domanda… Ancora oggi molte persone si confrontano anche aspramente sull’aborto quale “cosa giusta o sbagliata”. Posso dirti che da entrambi i punti di vista interrompere volontariamente una gravidanza è una scelta difficile e dolorosa, non tanto fisicamente, quanto in relazione ai pensieri ed alle emozioni che può suscitare in una donna e in una coppia.
È per questa ragione che con il nostro lavoro cerchiamo di evitare che una donna si trovi di fronte a questa evenienza, aiutandola a fare scelte procreative consapevoli laddove non sia disposta ad accettare un figlio nella propria vita.

28.04.2010
Daniele – psicologo psicoterapeuta
Consultorio Familiare di Saluzzo

Domanda

Cartella domande

Una mia amica mi ha detto che anche se sei minorenne puoi abortire quando ti pare. Volevo sapere se è vero.

Risposta

No, non è possibile abortire quando si vuole.
Esiste una legge, la N.194 del 1978, che contiene le norme per tutelare la maternità e regolamentare l'interruzione volontaria di gravidanza (l’aborto). La legge individua il consultorio familiare come servizio competente ad accogliere le richieste di interruzione di gravidanza, anche da parte di ragazze minorenni. Il suo compito è quello di aiutarle a raggiungere una maggiore consapevolezza della situazione, cercando di contribuire a superare le cause che hanno indotto la richiesta di aborto. In tale occasione, la ragazza incontrerà svariati operatori del consultorio che la informeranno e accompagneranno in ogni fase del percorso, che ha scadenze temporali molto precise. Se minorenne, sarà inoltre necessario avvertire entrambi i suoi genitori o tutori, necessità che può venir meno solo per motivi molto seri.
Come puoi capire da queste poche righe, si tratta di un percorso abbastanza complesso. Se necessiti ulteriori chiarimenti ti invito a presentarti presso il Consultorio Giovani o il Consultorio Familiare, dove troverai un operatore disponibile a rispondere ad ogni tua domanda e curiosità, garantendo il tuo anonimato.

05.05.2010
Nadia – Assistente Sociale
Consultorio Familiare di Saluzzo

Torna al menu di navigazione pagina

Menu di navigazione secondaro

Torna al menu di navigazione pagina

Piè di pagina